dott. ssa carmela stella

Zolfo (MSM O Metil Sulfonil Metano), prevenzione dell’invecchiamento tissutale – benessere

L’MSM (o metil sulfenil metano) è una forma di zolfo biologicamente attivo. L’organismo lo utilizza per la costruzione di tessuti, enzimi, ormoni, amminoacidi, anticorpi, antiossidanti. Ha un ruolo fondamentale nel mantenimento dell’integrità delle articolazioni e l’elasticità del tessuto connettivo. E’il principale componente dei glicosaminoglicani e degli altri componenti principali del tessuto cartilagineo formando una sostanza protettiva che funziona da matrice per i tendini, la cartilagine, la pelle e le ossa. MSM dovrebbe inoltre essere un supplemento nutrizionale nell’ambito delle terapie contro artriti, artrosi, dolori ossei, tendinei e muscolari, importante per la formazione e la struttura di unghie e capelli.

Viene utilizzato in:• Lesioni cutanee• Osteoartrite e artrite reumatoide• Lombalgie• Cefalea, emicrania• Borsite• Dolori muscolari• Fibromialgia• Gomito del tennista e altri traumi legati alle attività sportive• Sindrome del tunnel carpale• Sclerosi;• Traumatismo cervicale di contraccolpo o “colpo di frusta”• RSI (Repetitive Strain Injury);• Cicatrici riportate in seguito a ustioni, operazioni, incidenti, ecc.L’MSM è un analgesico naturale, blocca il trasferimento degli impulsi dolorifici attraverso le fibre nervose (fibre C), blocca le infiammazioni e i processi infiammatori, intensifica l’attività del cortisolo, un ormone antinfiammatorio naturale prodotto dall’organismo, migliora la permeabilità delle membrane cellulari, dilata i vasi sanguigni, contribuisce alla eliminazione dei rifiuti dal corpo, accelera i processi di guarigione, è un efficace miorilassante. L’MSM è un coadiuvante nei meccanismi naturali di difesa dell’ organismo, esplicando azioni di regolazione nel metabolismo della prostaglandina e favorendo la formazione di anticorpi e immunocomplessi. L’MSM rallenta e ripristina la formazione dei legami crociati nel collageno.L’MSM è un composto che si trova in natura, esso fa infatti parte del ciclo terrestre dello zolfo.Il sistema circolatorio di un uomo adulto presenta naturalmente livelli di MSM pari a circa 0,2 mg/kg; si espellono da 4 a 11 mg di MSM al giorno attraverso le urine.La concentrazione sistemica di MSM nei mammiferi diminuisce negli anni. Gli aminoacidi conosciuti sono circa 28, ogni tipo di proteina è costituito da una serie unica di aminoacidi, disposti in una combinazione specifica. Due molecole di cisteina possono ossidarsi e unirsi attraverso legami di zolfo (-S-S-). Questi legami sono fondamentali nella struttura delle proteine, di cui determinano la forma, le proprietà e l’attività biologica.Le unghie e i capelli sono principalmente costituiti da una proteina molto resistente, ad alto contenuto di zolfo, chiamata cheratina.Il tessuto connettivo e cartilagineo contengono proteine con legami di zolfo flessibili. L’ MSM fornisce elasticità alla pelle, interagendo con le fibre di un’altra proteina chiamata elastina.Nella cartilagine, la glucosamina, la condroitina e i proteoglicani, contenenti zolfo, formano, insieme al collageno, una sostanza proteica fibrosa che costituisce la struttura del collageno stesso rendendolo flessibile.La carenza di zolfo, porta all’irrigidimento dei muscoli e dei legamenti, all’invecchiamento della pelle, riduce l’elasticità dei tessuti polmonari e dei vasi sanguigni arteriosi.Esperimenti sull’MSM contenente zolfo, con traccianti radioattivi (35S), hanno dimostrato che, dopo essere stato ingerito, l’MSM rilascia lo zolfo che contiene, per formare non solo collageno e cheratina, elementi fondamentali per la costituzione delle unghie e dei capelli, ma anche aminoacidi essenziali come la metionina, cisteina e sieroproteine.L’MSM è considerato un elemento sinergico per la maggior parte delle vitamine e per altri nutrienti quali: la vitamina C, il coenzima Q10, tutte le vitamine del complesso B, la vitamina A, D ed E, gli aminoacidi, il selenio, il calcio, il magnesio e molti altri. L’MSM è un potente antiossidante, capace di ostacolare l’azione dei radicali liberi, disattivandoli. Allevia i sintomi di un gran numero di allergie, comprese quelle alimentari, quelle da contatto, da inalazione, ecc.E’ stata stabilita una correlazione diretta fra la concentrazione dell’MSM assunto e la resistenza agli allergeni. L’MSM è utile nelle infiammazioni dovute a reazioni autoimmuni.L’ MSM riduce notevolmente le alterazioni degenerative e le infiammazioni a carico delle articolazioni. Eì utile nelle forme di costipazione e di pirosi gastrica. Rende più resistenti alle varie forme di stress.Introducendo MSM a scopo detossificante, si possono accusaresintomi transitori quali diarrea, cefalea, affaticamento. Questi sono segni che l’organismo sta rispondendo al trattamento. In genere scompaiono dopo pochi giorni dall’assunzione.Si è visto che l’efficacia dell’MSM aumenta se si associa ad esso della vitamina C.Inoltre lo zolfo ha un ruolo nel processo di respirazione dei tessuti, dove l’ossigeno e altre sostanze vengono utilizzate per costruire le cellule e produrre energia.Lo si trova in buona quantità nei legumi.Se ne consiglia un uso regolare.

Coloranti e Tartrazina. Tossicità – iperattività nei bambini

La tartrazina è un colorante artificiale di colore giallo limone. Si può trovare nelle bevande gassate, nelle caramelle alla frutta, nei budini, nelle minestre confezionate, nei gelati, nei chewing-gum, nel marzapane, nelle marmellate, nelle gelatine, nella mostarda, nello yogurt e in molti altri alimenti insieme a glicerina, limone e miele. Si trova anche nelle capsule di medicinali. Può provocare allergie e intolleranze, emicrania, edemi, visione a macchie, riniti, macchie rosse sulla pelle, problemi di respirazione. In casi di assunzione in concomitanza con l’acido benzoico (E210) provoca iperattività nei bambini. È vietato in Norvegia e Austria.

La Food Standards Agency sostiene che l’assunzione di alimenti contenenti additivi chimici (in particolare coloranti) è causa di un aumento dei livelli d’iperattività nei bambini di età compresa tra i tre e i nove anni.
C’è uno studio condotto su 297 bambini, alcuni con turbe del comportamento, (The Lancet, novembre 2007, n° 370 (9.598), pp. 1560-1567). Essi sono stati divisi in due gruppi separati (153 e 144). Tutti i bambini hanno assunto una bevanda, ma ad alcuni è stata data addizionata ad un mix di additivi. La conclusione dello studio è stata che i bambini che hanno assunto le sostanze chimiche di sintesi (additivi-E), erano più iperattivi, rispetto a quelli che avevano bevuto la bevanda semplice, indipendentemente se avevano o meno problemi di comportamento! Per tale motivo si sconsiglia il consumo ai bambini, ma anche agli adulti di E102, E124, E122, E110, E211.